Mediazione Linguistico Culturale nella Scuola

Le mediatrici linguistico culturali intervengono nella scuola accompagnando gli alunni migranti, attraverso:

  • Incontri di accoglienza dell’alunno con la sua famiglia e gli insegnanti;
  • Affiancamento degli insegnanti in colloqui con genitori e/o alunni migranti;
  • Affiancamento del counselor;
  • Lavoro individuale o di gruppo con uno o più alunni migranti;
  • Affiancamento degli alunni in classe;
  • Interventi in classe per educazione interculturale;
  • Affiancamento degli insegnanti per i test di ingresso;
  • Affiancamento nell’orientamento alla scelta della scuola superiore.

 

Counseling Scolastico

La Cooperativa Crinali gestisce interventi nelle scuole con lo scopo di accogliere e accompagnare gli alunni migranti e le loro famiglie.
Gestisce spazi di counseling psicologico non terapeutico per alunni e genitori stranieri con l’obiettivo di accompagnarli e orientarli nell’inserimento scolastico e nel processo di inclusione sociale.
Il counselor lavora affiancato da una mediatrice linguistico culturale in tutti i casi in cui la sua presenza sia resa necessaria dalle differenze linguistiche e culturali.
Il counselor e le mediatrici possono fornire anche consulenza agli insegnanti e operatori della scuola.

 

Laboratori per le Scuole

I laboratori interculturali con i ragazzi possono essere organizzati all’interno delle scuole che lo richiedano e sono gestiti da mediatrici linguistico culturali. Hanno lo scopo di sensibilizzare il gruppo classe nei confronti delle diverse culture, in modo da facilitare l’integrazione degli alunni migranti. Utilizzando strumenti di animazione, quale la danza o il racconto, si costruiscono percorsi che coinvolgono alunni, insegnanti, genitori, con lo scopo di farli partecipare ad un’esperienza comune che rimane come patrimonio del gruppo.
I laboratori sono progettati in base all’età degli alunni e alle esigenze della scuola.
Possono essere attivati in tutti i tipi di scuola, dalla materna alle superiori.

 

Sostegno alla Genitorialità

Fare il genitore da sempre implica un grosso impegno e molte fatiche, soprattutto oggi a causa della velocità in cui bambini e ragazzi crescono sollecitati dal mondo globalizzato e dai messaggi dei network.
Nella migrazione questo compito è reso ancora più difficile dalla perdita di punti di riferimento e di condivisione di modelli educativi.
Il sostegno alla genitorialità dei migranti mira a offrire uno spazio d’ascolto e di confronto senza giudizio. I genitori potranno sentirsi compresi, supportati nelle loro difficoltà ed accompagnati nella ricerca di nuove modalità di relazione con figli che crescono in una cultura spesso poco conosciuta dai genitori stessi.
Si possono ricevere consulenze individuali o di gruppo da parte di psicologi, counsellor e mediatrici linguistico culturali, con la possibilità di parlare nella propria lingua madre.
I percorsi possono avere la  durata di circa 4/5 incontri.

Richiedi Informazioni